sabato 20 ottobre 2012

Bollettino n.5 - Settembre

Cari venticinque lettori, a conti fatti il settembre birštoniano non ha riservato grosse sorprese. L’autunno si è fatto vedere, la scuola è cominciata, la vita nella biblioteca è andata avanti come sempre, tra banco prestiti e club di italiano. A dire il vero, cominciavo ad essere un po’ stufo della routine. Meno male che ho fatto una pausa di un paio di settimane, alla fine del mese.

Ed è stato questo il vero evento di settembre: rompere la routine, rimettere il culo in strada, attraversare l’Unione da un capo all’altro, percorrere quattromila chilometri in due giorni, e finalmente arrivare a Compostela, finalmente rivedere M.

Come sempre, la Città Antica non ha deluso le aspettative. Il granito e il muschio, i vicoli e la luce arancione dei lampioni, i bar e le terrazze, la pioggia (poca, in realtà), las cañas y las tapas, gli amici e gli ex coinquilini, il churrasco nel barrio di Conxo. Gli scavi sotto la cattedrale, le leggende sul ritrovamento del Santo (ché tanto non ci crediamo). E - soprattutto - M. :).

Questo è quanto, dunque. E il resto son chiacchiere.

PS: Radio Bastiani n.2, la vendetta.



Nessun commento:

Posta un commento